3 gennaio 2007

parlamenti strambi





io e Gipi abbiamo registrato, con la complicità del Compagno Regista Rivoluzionario Massimo Colella, una serie di chiacchiere sul nostro approccio al fare libri e racconti. Questa è la prima parte.

30 commenti:

corto romano ha detto...

Come si fà ad essere presenti a queste splendide riunioni?
Buon anno
Antonio

igort ha detto...

Caro Antonio, sono visite e chiacchiere tra amici. Nulla più. Non sono cose organizzate o eventi particolari. Hai presente quando due autori si fanno visita? Una cosa che esiste dalla notte dei tempi.

bardamu ha detto...

sarà disponibile prima o poi da qualche parte la versione "integrale"?
intendo scaricabile o altro?

johnz ha detto...

Belle cose. Mi interessa sapere come nasce una vostra storia, quanto tempo ci mettete rispetto a quando un'idea vi viene in mente. E che tipo di idea è? Una tesi? Una storia compiuta? Dei personaggi?
Ho letto che Gipi improvvisa molto. Tu Igort?

ausonia ha detto...

in dvd! in dvd!
dai, igort, mai pensato di fare una collana di dvd con interviste agli autori?
sarebbe fantastica.

non vedo l'ora che posti le altre parti.
ciao, e buon anno.

Luc ha detto...

Quante parti caro Igort ? Spero ci sia da mettersi comodi comodi a godersi questi documenti. E' veramente bello sentirVi parlare del Vostro lavoro e della forza che ci mettete dentro.
PS :Io appoggerei anche l'dea di Ausonia sulla questione del DVD. Sarebbe una idea mica male.

igort ha detto...

In DVD? E a chi interesserebbe?

Le parti per ora sono tre.


Come nasce una storia? Non so se ne parliamo di preciso, perché abbiamo registrato un mese fa e passa. Ma mi pare che parliamo del metodo e dl come filtriamo la vita attraverso l'idea del racconto. e di altre cosette che ci stanno a cuore. Gipi adesso abita nello stesso palazzo dove abito io. Ed è buffo vedersi tutti i giorni. Parlare di cosa stiamo facendo mentre lo stiamo facendo.
Probabilmente la versione integrabile e scaricabile sarà disponibile. Non so ancora. Vediamo.

Grazie per la vostra compagnia.

i.

CRR ha detto...

L’intervista integrale dura un’ora e mezza.
Il compagno regista rivoluzionaro aveva proposto alla direzione generale del miniculpop di Porte de Clignancourt di mostrarla per intero, ma i compagni disegnatori rivoluzionari hanno imposto una rigida censura decostruttivista risultante nel drastico taglio di 65 minuti di filmato nei quali vengono dette e fatte cose troppo sovversive per essere mostrate ad un pubblico non avvisato...

Il dvd mi sembra una buona idea... pensavo anche di proporre al comitato la realizzazione di uno Special Festival d’Angoulême, con la partecipazione degli autori italiani presenti alla fiera...

Luc ha detto...

Visto che non sarò ad Angouleme, l'idea di CCR [cugino di CCCP? ... ;^) ] mi solletica mica poco !!! Se lo fate grazie sin d'ora.

ausonia ha detto...

igort: io li comprerei tutti!

mi sono sempre piaciute le interviste agli autori. si scoprono cose fondamentali e si apprezzano meglio i loro lavori.
si saltano le opinioni dei critici e si arriva alla sostanza.

Ottavio ha detto...

Arrivo tardi e approfitto dello spazio quotidiano per ringraziarti del tam tam che stai facendo su Antony & The Johnsons.
In effetti: un enorme star, emozionante, intensa, violenta e dolce...
E pensare che avevo in casa da alcuni mesi due suoi cd senza averli ascoltati...
Buon lavoro a te e a Gipi!

emo ha detto...

Mi accodo alla sottoscrizione per i chaiers du fumetto in dvd!

kiakkio ha detto...

Buongiorno a tutti!
Perché no il dvd? Magari il primo potrebbe essere allegato ad un futuro numero 2 di StoryTeller... ;)

emo ha detto...

Kiakkio dixit: Perché no il dvd? Magari il primo potrebbe essere allegato ad un futuro numero 2 di StoryTeller.

Ottima idea!

Niccolò ha detto...

Ciao Igort,
prima di subito ti auguro una splendido duemilasette e poi mi accodo al coro che con entusiasmo chiede un bel dvd!
Sarebbe una cosa simpatica ed interessante.
A chi interesserebbe?
A coloro i quali non si limitano a vedre le cose ma ad osservarle ad ascoltare più che a sentirle.
A presto StoryTeller.

andrea barbieri ha detto...

Storyteller potrebbe davvero diventare un punto di riferimento sulla narrazione per immagini, e girare in digitale e allegare un cd al volume sarebbe molto bello e economico.
So che si fa presto a dire le cose, mentre farle richiede molto sudatissimo lavoro per ottenere la qualità giusta, però mi sembra fattibile.
Inoltre non so se esiste ancora, ma la collana holdenmaps di Rizzoli pubblica volumi che trattano della narrazione. Si potrebbe fare un pensierino a una sinergia anche per unire mondi diversi della narrazione, prima di tutto fumetto e scrittura (se non "pindarizzo" troppo :-)

igort ha detto...

Son belle idee. Con Holden si parla da tempo. Vediamo; vediamo cosa arriva in porto.

nuvoleonline ha detto...

In controtendenza, voto file scaricabile integrale (ma anche disponibile ad episodi, che rende il tutto più fruibile da internet)!

Anch'io prenderei un dvd, ma non credo sia una grande idea commercialmente parlando, si rischia di perdere più tempo nella produzione e distribuzione dell'oggetto a fronte di improbabili rientri economici.

E poi questi video sembrano un'ottima opera di alfabetizzazione al racconto per immagini, adatti agli autori tanto quanto ai lettori, a mio parere meritano di rimanere accessibili e diffondibili anche solo per il bene che possono fare tali momenti di approfondimento al fumetto in generale.

In attesa dei prossimi episodi,
saluti,
c.

ausonia ha detto...

bravo, igort! così mi piaci. pensaci...

bananos ha detto...

colgo questa occasione per dire la mia:perchè non un podcast allora?nuvoleonlineha ragione.si potrebbero mettere on line dei video fruibili e downloadabili in formato mpeg ma anche creare dei podcast(con la suite iLife compresa in tutti i mac,anche il tuo igort,niente di più facile)e immetterli nel circuito web facilmente e alla portata di tutti.per contro mi piace l'idea di andrea,metterli all'interno di pubblicazioni coconino,in omaggio con i volumi,ovviamente per autore.il piano sequenza mi sembra azzeccato.le possibilità sono infinite e con l'informatica ad appoggiarle non dovrebbero neppure essere troppo dispendiose.

igort ha detto...

Fare certe cose come stampare migliaia di dvd da inserire gratis dentro un libro fa levitare i costi di fabbricazione di un volume mica da ridere. Bananos, hai presente che ci si lamenta per uno o due euro di differenza tra i libri coconino e altre edizioni economiche?

Io penso che sia utile fare circolare le cose ma non a costo di un suicidio imprenditoriale.

Già facciamo fatica a seguire tutto quel che dobbiamo fare.

Comunque l'idea di aprire i blog ad altro tipo di interventi la trovo avvincente. Con Gipi si parlava di aprire una radio coconino sul web, ad appuntamenti precisi. Vediamo. Per ora si lavora ai nuovi libri.

abbracci

Pod cast, dvd, visione on line? Vediamo. Aspetto di sapere cosa dicono anche gli interessati, come Gips e il CRR.

Corto romano ha detto...

Salve a tutti.
Igort con la mia domanda non cercavo il modo di invitarmi a casa tua, ma volevo solo complimentarmi per l'atmosfera che si sente in questo video:è una cosa molto bella ed è altrettanto bello che tu voglia condividere queste situazioni con altri.
Ciao Antonio.

Anastasia ha detto...

Trovo l'idea di una radio coconino commovente, come pure quella del podcast avanzata da bananos (di files audio magari, in maniera da renderli fruibili ai detentori di lettori connaturanti hd minuti).
Attendo (salterellante) il terzo filmato -sperando di potere occhiare anche la versione integrale.

CRR ha detto...

A me piacciono sia l'idea del DVD che quella del podcast o di una blogoteca di videos on line, basta che si resti ancorati ad un'ottica sperimentale e "rivoluzionaria"...
Comunque penso che con l'arrivo di Gipi a Parigi tra poco se ne vedranno delle belle :)

Gipi ha detto...

Ciao fratelli, io sono per i file video/audio da scaricare /streammare da internet.

Come Igort e CRR sanno, la mia paura rispetto a codesto materiale ha sempre riguardato la necessità.
Ero quasi sicuro che ad alcun bipede vivente sarebbe importato di sentire le nostre chiacchiere.
Questi commenti indicherebbero il contrario.
Ciò spinge a mobilitarsi con accresciuta verve.

Quando torno a Paris mettiamo su la N.A.S.A. a casa di Igort.
O a casa mia, ma in quel caso dovrebbe essere una struttura miniaturizzata.

baci a tutti

igort ha detto...

Cara Anastasia, la versione integrale non è molto diversa da quella che verrà resa visibile. Si sono fatti i tagli del superfluo, non come il CCR lascia ad intendere, per puro spirito rivoluzionario. La prova è che nel secondo filmato io e Gipi si scherza ancora, come nell'antipasto imbucato l'anno scorso (ricordate il gioco dei tappi, indispensabile per definire se si era o meno un autore di fumetti?). Insomma siamo cialtroni nel profondo.

bardamu ha detto...

la radio sarebbe davvero spettacolare..

andrea barbieri ha detto...

Gipi, nel mondo "dorato" della letteratura a Carla Benedetti tocca scrivere un pezzo per dire una cosa ovvia: che un'esperienza della realtà per quanto difficile (perché la realtà oggi è filtrata dai media e si autorappresenta all'interno di quelli come preferisce, come fa comodo) è tuttora possibile.

In questo scenario triste della narrazione in cui gli artisti si arrendono e da sopravvissuti/testimoni si trasformano - come dice giustamente la Benedetti in "morituri", voi che fate? vi sedete sul leggendario divano e come se niente fosse parlate di cose come: la morte; il sogno di fare una casa editrice di qualità; la possibilità di avere un osservatorio sul mondo che produca nel lettore esperienza della realtà e della vita... Quello che voi offrite è vitale, se è cialtrone è per la simpatia non per la qualità. Per forza che poi la gente vi segue. Se non state attenti ci saranno addirittura dei pellegrinaggi parigini di fan... :-)

emiliano ha detto...

ciao.
anche io comprerei un dvd con le interviste. ma capisco la fatica e l'improbabile ritorno economico.
quindi l'idea di file scaricabili (dai vostri blog ma anche dal sito coconino) con interviste/chiacchierate tra autori coconino sia la strada giusta.
cioè utile per il navigatore curioso e senza troppi costi aggiuntivi sulle spalle della casa editrice.
buon lavoro e...a presto
emiliano r.

Anastasia ha detto...

Impossibile immemorizzare i bardi del sughero, Igor (bisognerebbe figliare un movimento apposito);
continua però ad incuriosirmi la visione della versione integrale (i cialtroni sono usi celare turaccioli nelle maniche quando fidano il filmatore distratto).