5 gennaio 2007

la creazione di Morvo




Mi perdo come uno scemo a immaginare le prime tavole disegnate da Celestino Villarosa. A cercare di rappresentare il momento in cui l'idea si manifesta precisamente, prende forma, e si ha quello stupore bambino di avere tra le mani qualcosa che ci emoziona.

Ecco le due tavole di cui parlo, appena sfornate per l'edizione giapponese di Baobab.

9 commenti:

emo ha detto...

Peccato non possano ingrandirsi, sembra contengano errori.

igort ha detto...

Adesso dovrebbe andare meglio.

matt broersma ha detto...

I like that modernist stuff a lot... and the colours are fantastic. It reminds me of The Cabinet of Dr Caligari...

Ottavio ha detto...

Mi piace che con Morvo ci racconti una storia nella storia e di ciò che è collegato (anche se solo suggerito) al fare fumetti.
La storia di Morvo mi intriga perchè mi ricorda la serie "If" ovvero "cosa avrebbe fatto il nostro Igort se fosse vissuto ai tempi di Feininger e co.?".

Per quanto riguarda le discussioni su dvd, radio, documentazioni sul fumetto, ecc. aggiungo che ho comprato tutta la serie delle Graphic Novel di Repubblica (8 su 10 uscite le avevo già in libreria) non solo per sostenere la causa ma soprattutto per via del corollario di testi e immagini allegato al libro.
Al di là di un mio giudizio critico sui testi, e non tutti li ho letti, trovo che le parole dell'autore, i bozzetti e gli inediti siano interessanti quanto la storia in sè.
Per un libro alla sua prima uscita sarebbe forse un po' narcisistico, autoincensatorio e fuori luogo inserire questo tipo di materiale ma, in seguito ad una ristampa, non mi dispiacerebbe che ci fosse. E ne comprerei un'altra copia.
Lo storyboard delle 110 pillole di Magnus è un libro straordinario e così anche altri scrap books che possiedo.
Ecco, se uscisse un "Dietro alle quinte" di 5 il num. perfetto o di Appunti di Gipi, sarei il primo della fila in libreria.
Ma forse, purtroppo, la mia opinione non basta al mercato...

CRR ha detto...

A me l'idea di un "making of" di un fumetto in allegato al fumetto stesso non mi pare affatto strampalata...
Qui in Francia l'ho ha già fatto la Dargaud, con un'edizione speciale del terzo albo del "Combat Ordinaire" di Larcenet, contenente il DVD di un video girato a casa dell'autore durante la lavorazione del libro...

Doctor Bananos ha detto...

mi sembrano davvero belle.jappone a parte quando pensi che potremo usufruirne qui in italia?

igort ha detto...

Per MAtt
Thanks, I'm trying to rebuild the atmospheres of the beginning of the century. I love what Feininger and McCay did at that time. And my idea is that in this period art has dig in a brand new direction. So it helps me to imagine what it could have been this kind of furious and genial feeling that has given us such great artworks.

Per Ottavio.
Non ci avevo pensato. Non mi ero trasferito coscientemente nel personaggio, ma è probabile che abbia ragione. Le storie sono un po' tutte autobiografiche. A ogni modo Celestino per me somiglia (anche qui me ne sono accorto a posteriori) a Herriman. Che fra l'altro era creolo.
Ma mi pare una stagione pazzesca quella di cento anni fa. Quando picasso squadernava l'arte e le tre dimensioni (le damoiselles d'avignon è un quadro del 1906, un secolo fa esatto) e poco dopo arrivavano futuristi dada e costruttivisti.
Nel fumetto si inventava con una libertà che oggi ci si sogna.

Per il CCR,
OK parliamone di fare un making of, o diversi. In effetti sono documenti belli. Non so se utili a qualcuno, ma sono come dei filmini di famiglia che una volta cresciuti fa sempre piacere rivedere.

Per Bananos,
non so quando e in che forma potremmo usufruire di queste tavole in itaglia. La versione giapponese è un remix.
La cosa che sta venendo fuori è una storia di Celestino, di 40 tavole. In cui numerose cose sono disegnate apposta per questa verione e altre sequenze sono tagliate.
La cosa che mi piace è che la realtà è in bicromia, mentre la realtà interiore (quella della fantasia, i disegni dei fumetti insomma) è tutta a colori.

Ma insomma, vedremo. Devo pensarci su.

goodnight.

Anonimo ha detto...

OT: Igort, quando dovrebbe uscire Ice Haven di Daniel Clowes? Ho letto David Boring e mi è tornata la scimmia per questo autore geniale!
-Pal

igort ha detto...

>Un appello di una persona interessante:

Dear friends and colleagues:
Clemente Padin is writting you with a sollicitation. We are arming a space of performance and alternating arts in the Cultural Center of Ministry of Culture of our country, Uruguay.

Appealing your generosity, we are soliciting you to send publications, pamphlets, catalogs, DVD, booklets and all type of concerning material to performance and to alternating arts in order to arm our own file - library in order to satisfy the necessities of young practitioners of these disciplines in our country. This service that we are being organized will distribute for all our country and, periodically, it will be published a list of publications and reviews of received shipments that will be sent to all the contributors.

We solicited, if it is possible, the shipment of 2 (two) copies of each sending at following postal address:

Clemente Padín
C.Correo C. 1211
11000 Montevideo
URUGUAY

Thanks in advance, fraternal greetings,