29 ottobre 2006

provvisoriamente




Accadono cose e si affastellano, una sopra l'altra. Non ho neppure il tempo di accorgermene. Forse avrei bisogno di fare come quegli indiani che, attraversato un lungo tratto a cavallo, si sedevano ad attendere l'anima, che quella di un uomo va a passo d'uomo.
Ma ho la fiera di Lucca a brevissimo e ieri ho inaugurato la mia mostra a bologna (Galleria Ta Matete) e il mio nuovo libro in stampa (è una sorpresa, ve ne scrivo tra qualche giorno).
Soprattutto nel corso di questi incontri di presentazione di 5 lo stupore di trovarmi a chiacchierare a voce con voi che mi scrivete. Ogni incontro diverso, ma siamo forse tutti diversi da come scriviamo? Me lo chiedo sinceramente.
A ogni modo grazie per essermi venuti a trovare, grazie della visita.
Oggi poi è arrivata ufficialmente sulle pagine del giornale la notizia, quindi posso parlarne liberamente senza infrangere il segreto editoriale. Coconino cura una collana di graphic novel per la repubblica.
Così non possono più dirci che non ci preoccupiamo di rendere popolare il nostro lavoro.

21 commenti:

andrea barbieri ha detto...

Igort, il giorno dell'inaugurazione sono uscito dalla galleria mentre tu arrivavi, ti ho incrociato sotto i portici senza riuscire a salutarti. Vabe', comunque tornerò alla galleria un'altra volta con miei amici fingendomi esperto.
Ti riporto due cose curiose che ho sentito, entrambe da due signore.
Una signora diceva "Ma Igort è olandese vero?" (da vero perfido volevo risponderle che nonostante la forte impronta della scuola fumettistica olandese tu sei giapponese, ma agli albori della carriera, essendoti introdotto di straforo nel padiglione imperiale Città Proibita per ambientarci un racconto, scoperto dall'Imperatore furibondo sei fuggito dalla città e dal Giappone per riparare in Olanda, città della libertà. Per fortuna due giovani fumettisti le hanno raccontato la verità :-)
Un'altra signora diceva: "Però, bravo questo Igort!"
Insomma stai guadagnado pubblico...

A me la mostra piace moltissimo, le cose che hai realizzato in Giappone, quelle dirette a un pubblico anche bambino, mi pare abbiano una grande forza e sarebbe bello un volumone che le riporta tutte qui da noi.

ps per tutti, lo so, è il solito commento di complimenti, non si dovrebbero fare, ma raga quando ci vuole ci vuole!

eduardo ha detto...

solitamente non amo il fumetto. per questo ti stimo. in bocca al lupo.

Luca ha detto...

Bella la foto. Ci sono pure Semerano e Martini. E i dettagli della serie di Graphic Novels per la Repubblica (complimenti)?

caccola ha detto...

era l'ora. bravi.

igort ha detto...

In velocità.

per Edoardo
il fumetto è un linguaggio come un altro. dipende da come lo si usa.

Per Luca
I dettagli? sono dieci volumi (elenco pubblicato nella pubblicità) si parte dal 4 novembre, con Maus.
9 euro e 90 per volumi di grande formato (rigorosamente non cartonati, carta avoriata)

Per Andrea
A presto. nelle inaugurazioni c'è sempre molta confusione. Comunque va bene essere olandese o nipponese. È lo stesso.

Luca ha detto...

Ho quasi tutto, ma qualche volume in piu' lo prendero' per sostenere l'iniziativa.
Ho letto in Rete che l'apparato editoriale sarà corposo: bravissimi!!

Spero che continui dopo il nono volume, materiale di livello ce n'è. Non fate l'errore di Panini di non parlare di altre case editrici...

Luca ha detto...

Ho quasi tutto, ma qualche volume in piu' lo prendero' per sostenere l'iniziativa.
Ho letto in Rete che l'apparato editoriale sarà corposo: bravissimi!!

Spero che continui dopo il nono volume, materiale di livello ce n'è. Non fate l'errore di Panini di non parlare di altre case editrici...

igort ha detto...

Luca dice:
"Non fate l'errore di Panini di non parlare di altre case editrici..."

Noi non parliamo neppure della coconino. L'apparato editoriale è stato messo a punto con gli autori, molto spesso con interviste sviluppate ad hoc e con materiali inediti.
La collana si chiama graphic novel e presentiamo lavori che portano il racconto verso una "tensione narrativa" di questo genere.

Ho avuto modo di dire più volte che se potessi pubblicare Loustal, che fa racconti non lunghissimi, lo farei. E' il tono che determina il fatto che sia graphic novel o meno, a mio modesto modo di vedere. Non solo la foliazione di un volume.

quasimai ha detto...

Bellissima iniziativa, quella del gemellaggio con La Repubblica.
Qualcuno potrebbe dire ad un povero cristo che non si è accattato il giornale di ieri, quali sono gli altri volumi previsti?

andrea barbieri ha detto...

Maus ce l'ho ma lo ricompro, infatti se ho capito bene la traduzione è nuova e sospetto che l'oggetto sia stampato addirittura meglio che nell'edizione Einaudi, che ha quella carta bianca con la poesia di un Tiziano illuminato da un neon...

Niccolò ha detto...

Maus è un capolavoro che sfuma le differenze e le etichette che i benpensanti appassiti tentano ancora di incollare su tutto quello che non riescono a codificare.
A Lucca Igort, cerca anche di riposarti un pochino che cinque giorni sono lunghi.
A presto e buon lavoro.

Unit 554486300-110 ha detto...

Bravo with your exposition. It looks very impressive. A shame not to see it. I don't think I will be in ITaly this year but maybe next year. - Matt Broersma

Anonimo ha detto...

ma quello non è Martini, sono io!!

francesco

Anonimo ha detto...

però in effetti in quella foto ci somigliamo proprio...

f

InRosa ha detto...

mi ha fatto davvero piacere incontrarti e parlarti stasera!spero di rincontrarci a Lucca...cosi'magari potrò mostrarti anche qualche mio lavoro :)* a presto!

Luca ha detto...

Oddio, ma quello a dx, o meglio a sx di Semerano non e' Martini?!?

eduardo ha detto...

bell'incontro stasera a Napoli!
temevo di essere in ritardo ma mi hai battuto abbondantemente....hai subito fatto tuo lo spirito della città....
ho apprezzato una cosa in particolare, che già avevo ammirato in 5, la semplicità con la quale riesci a leggere e raccontare Napoli, una capacità che da Napoletano spesso non riesco ad avere.
paradossalmente mi sento vittima di quella retorica con la quale i media 'risolvono' la questione Napoli...
ancora troppo spesso le mie fotografie riflettono un'immagine della città architettata da qualcun altro...
ed è la cosa che meno vorrei.
a presto

bananos ha detto...

mi pare che questo "provvisoriamente" duri da un po troppo tempo:insomma vorrei sapere di questo nuovo libro e altre amenità.già il non esser potuto essere a lucca è stato pesante.vabbene una vacanza,ma non si protrae un po troppo?

ausonia ha detto...

bravo bananos! forza igort, al lavoro!

Mastro Pagliaro ha detto...

questo silenzio è preoccupante....

igort ha detto...

esilarante. Sentirmi dare del pigro lo trovo esilarante. Cari amizi, ma sapete leggere? E' finito ieri sera il tour delle presentazioni di 5. Sono ancora in viaggio.
A ogni modo eccomi qui.
A proposito, Bananos caro, hai appeso finalmente l'amaca al chiodo?