10 ottobre 2006

un uomo da poco

9 commenti:

igort ha detto...

Sono gli ultimi momenti. Questo farabutto sta per ucciderla.

Anonimo ha detto...

pensi che si tratti di uno di quelli, come si chiamano, omon (Unità Speciali del Ministero degli Interni)?Pensi che l'abbiano uccisa loro?


loopguru

igort ha detto...

Non so di preciso. Ci sono diverse piste e da ieri sono state aperte due inchieste, una ufficiale, russa, dalla quale ci si aspetta una visione "ufficiale". L'altra l'ha aperta la Novaja Gazeta, che è il giornale per cui Anna lavorava.
Leggere l'intervista di Gorbatchov a repubblica (pubblicata ieri) fa capire che la cosa è più complessa di quello che sembra.
Che interesse poteva avere Kadyrov, leader ceceno, delfino di Putin, ad alzare un polverone tale in un momento in cui si parla poco della sua discussa posizione?

questo ci si domanda.

andrea barbieri ha detto...

Un "uomo da poco" ma con l'accento su "uomo". Perché a me fa schifo anche che sia stato un uomo a uccidere una donna, che sia il genere maschile a incarnare la barbarie.

Anonimo ha detto...

l'articolo che ha tradotto "inquilina" (per una birra) è molto forte. Fa paura.

Francesco

igort ha detto...

Nel bel blog di mirumir si analizzano le differenti piste. Leggete

g ha detto...

Non l'ho tradotto io, ma Agnès Nobécourt insieme ad Alberto Bracci, e l'ha pubblicato Fandango.

igort ha detto...

Grazie per il tuo lavoro, G.
Davvero.
Che libro è quello di Fandango?

igort ha detto...

Domanda stupida
Cecenia. Il disonore russo