5 dicembre 2007

baobab 3



disegno lentamente. Arrivano visioni e la storia si carica di livelli altri, inaspettati. Io assisto.

27 commenti:

Design270 ha detto...

okkio ai numeri di telefono li sotto... :-)

igort ha detto...

Non sono numeri di telefono, sono numeri dei miei tanti conti bancari.

Anonimo ha detto...

wow.Bellissime pagine.Complimenti

loopguru

antonio ha detto...

Complimenti non vedo l'ora di leggere ancora di Celestino.Buon lavoro

Design270 ha detto...

hi hi hi
allora forza gente, saccheggiamo!
:-)

cominciare ha detto...

sapersi stupire di se stessi! non vedo l'ora di poter vedere e leggere.

Luc ha detto...

ma che splendore queste tavole. specie quella col tram, ha una profondità meravigliosa. rimarrà così, quasi linea chiara ? per napoli ci contiamo ?

edilavorochefai ha detto...

bella anche l'attesa..

daniele marotta ha detto...

grande!

grazie.

igort ha detto...

Troppo buoni ragazzi. Sto procedendo. tra non molto, al principio dell'anno, le rotative staranno lavorando la storia.

Redazione Fumetti Nicola Pesce Editore ha detto...

Ammettiamo la nostra sana invidia...
Giù il cappello al tuo cospetto!

emo ha detto...

Mi piacerebbe proprio curiosare fra tutto il materiale che usi come documentazione...
Farai mai dei post appositi?

ausonia ha detto...

un abbraccio.

Silvio ha detto...

Bravo Igor.

Mastro Pagliaro ha detto...

sempre essenziale e raffinato.
un pò ti odio.
ciao

AKA b ha detto...

ma nixon le diede fastidio
o la incuriosì amabilmente?

igort ha detto...

Carissimi, sono qui che disegno e disegno in un tempo che pare annnullarsi. Mi perdo nei dettagli e nei pensieri. Baobab cresce.
Argento è alla seconda stesura, frattanto è uscito il disco nuovo. Su cui farò in questi giorni di fine anno un post.
Grazie per le vostre parole, per uno che sta tutto il tempo chiuso nella sua gabbietta a disegnare sono ossigeno.
Buon anno prossimo.

marcocorona ha detto...

cip!

daniele marotta ha detto...

Buon tutto a te e buon lavoro.
Buon lavoro a tutti.

AKA b ha detto...

ma stato snobbato in maniera cosi raffinata.
in bicromia
direi.

ciop.
..
intanto le madri si disperano...

Fabrizio ha detto...

Il Poetto che fu! Si preannuncia bellissimo.
Ciao!

Cristina ha detto...

belle! :D

salutini :P

Anonimo ha detto...

ciao igort
splendide tavole...come sempre.
una delle cose che mi hanno colpito di più di questi tuoi ultimi lavori è questa luce chiara e senza ombre.
Una luce che non poteva che essere mediterranea e infatti guardacaso sarda (visto che si tira in ballo il Poetto), che per certi versi forse è mediterranea all'ennesima potenza.

una luce che in goodbye baobab era sopratutto calore ...un calore insopportabile e soffocante che intorpidiva, decomponeva le carni,
quel calore che è così abbagliante da non vedere più niente.

questa invece è una luce che illumina e rivela (e non fa sudare)...

Emanuele

M ha detto...

gli occhiali sono venuti benissimo!

angelo ha detto...

Caro Igort, l'invidia per come disegni e racconti mi impedisce di farti complimenti.
Sono sardo come te, ma della Barbagia.
Molti anni fa ti ho conosciuto a Papassinas, in provincia di Frigidaire. Stamattina ho finito di leggere 5.

Io non ne so un bel niente di bon ton del web e ho un bisogno disperato di far vedere i miei disegni. Forse è maleducato, forse non si fa, ma io sono qui:
www.angelomonne.com/d/il
Un saluto ammirato
Al limite non pubblichi il commento, ma un salto nel sito fallo, dai

roberto ha detto...

belli i disegni. e credo che l'assistere, il "io assisto", sia una delle condizioni di grazia della creazione (o forse di grazia e basta): le cose che "si fanno" attraverso di noi.

ciao

Ricky ha detto...

belle queste tavole, il primo piano delle pagine che volano è affascinante ;-)