25 maggio 2012

café de la paix

Tracce di Gurdjieff al Café de la Paix, a Parigi. Torno ancora una volta di fronte a l'opera, per parlare con i fantasmi del passato. I té con Svetlana, che mi raccontava come si faceva un tempo il té con il samovar, a parlare di Nijinskij e Diagilev. Cafè de la paix, all'epoca avevo letto qualche libro, ma non ricordavo che G. usava il café de la paix come suo ufficio parigino mentre installava a Fontainbleu il centro per lo sviluppo armonico dell'uomo. La Russia chiama ancora. Sarò all'altezza di rispondere?

4 commenti:

Sara Passerini ha detto...

Riflesse nell'occhio della libellula
Montagne.

Certo che sarà all'altezza Igort!

Anonimo ha detto...

Che bella una ricerca, quando è vera. Ciao igort.Loopguru

Chiara Giardini ha detto...

Ciao, ho appena usato la foto del tuo post per parlare anche io di questo bellissimo locale.
Spero non ti dia fastidio; al contrario fammi sapere che la toglierò subito.

Bellissimo blog il tuo!
Ti seguo!

igort ha detto...

Benissimo. Buona ricerca.